Logo

30/07/15 - SEDANO DA COSTE

CLIMA: predilige andamento stagionale abbastanza umido, temperato-caldo, teme le basse temperature e la siccità prolungata.

SEMINA: in semenzaio riscaldato o freddo a seconda dell'epoca, direttamente sul substrato, a spaglio o meglio a file ravvicinate o in vasetti di torba con 1-3 semi. Per le colture anticipate avviene in gennaio-marzo, per quelle normali in aprile-giugno. In quest'ultima epoca si attua anche la semina diretta in pieno campo. Il seme va ricoperto con un leggerissimo strato di terreno (0,5 cm) che deve essere mantenuto costantemente umido fino all'emergenza delle piante.
Seme necessario per un mq di semenzaio 0,2-0,5 gr. Dalle piante sufficienti per un ettaro di coltura si ricavano 100-150 mq di semenzaio. Per la semina diretta in campo sono suffcienti di 2-3 kg di seme per ettaro.

TRAPIANTO: a mano o a mancchina si effettua in aprile-maggio o in estate, quando le piante hanno sviluppato 4 o 5 foglie e raggiunto i 15-20 cm di altezza, interrandole fino alla zona del colletto. Anche per questa specie è opportuno irrigare abbondantemente il semenzaio prima di procedere all'estirpamento delle piantine. Il trapianto va eseguito alle distanze di 40-60 cm tra le file, e 20-25 cm sulla fila.

COLTURA PROTETTA: si attua in serra o in tunnel nel periodo fine estate-inizio inverno al fine di poter meglio sfruttare la superficie protetta. Le piantine provengono da semenzaio seminato in giungo- luglio ed il trapianto si effettua in agosto-settembre con serra aperta oppure del tutto priva di materiale di copertura. Si adotta un sesto d'impianto più ridotto rispetto al pieno campo (25 cm tra le file e 20 cm sulla fila) in modo da ottenere una densità di 16-20 piante per mq. Al fine di favorire un sia pure parziale processo di autoimbianchimento causato dal reciproco ombreggiamento delle piante, tale densità può essere anche maggiore. Quando la temperatura iizia a scendere sotot i 15°C, si chiude la serra e si collocano le copeture nei tunnel in modo da con sentire un regolare sviluppo vegetativo delle piante che saranno pronte per la raccolta durante l'inverno.
A volte in coltura protetta si osservano colture seminate in semenzaio in novembre, trapiantate in dicembre-gennaio per la raccolta in aprile-maggio.

RACCOLTA: si effettua quand ole piante sono completamente sviluppate e le coste hanno raggiunto un sufficiente imbianchimento. Le piante vengono estirpate asciutte e successivamente si recide la radice principale nel punto di inserzione delle guaine più esterne che vengono esportate perchè fibrose e spesso alterate o deteriorate per cause diverse.

PRODUZIONE. in relazione alle caratteristiche varietali, tecniche colturali, condizioni ambientali, varia da 400 a 800 q. per ettaro di piante.